venerdì 4 settembre 2020

Suonare l'Ascolto



SUONARE l'ASCOLTO
Il risveglio della creatività musicale attraverso l'improvvisazione libera e la meditazione Zen
Sabato 26 settembre ore 19:30
special event
accompagnano:
Alessio Zoratto, contrabbasso.
Emanuel Donadelli, percussioni, batteria ed elettronica.

Il progetto della esibizione:
L'ambizione degli artisti è quella di guidare i presenti in un percorso meditativo, scandito prima
dalla recitazione dei Sutra su un tappeto sonoro, e poi -come in un flusso ininterrotto dall'improvvisazione creativa dei musicisti sul palco.
La cantillazione dei sutra sarà l'humus su cui germoglierà, in un rapporto di circolarità, l'estro
artistico dei musicisti, che intrecceranno l'estetica Zen con brani completamente improvvisati in sintonia con il sentire del momento e l'influenza delle persone.




Il profilo dei musicisti
Piersimone Kogetsu Crinelli nasce a Roma.
E' un sassofonista jazz, concertista e didatta, che vanta numerose esibizioni e tournée in Italia e
all'estero.
Ha perfezionato i propri studi musicali con insegnanti di fama internazionale, come Barry Harris,
Steve Grossman ed Anders Jormin, sotto la cui guida si è laureato in Improvvisazione presso
l'University of Gothenburg (Svezia).
Nel corso della sua carriera, ha suonato con musicisti rinomati a livello mondiale, quali ad esempio
Luis Bacalov, Bob Mintzer, Tullio De Piscopo, Lew Soloff, Anders Jormin, Nils Landgren e molti
altri, esibendosi in occasione di importanti rassegne in Italia, Germania, Spagna, Francia, Svezia,
Mozambico, Sud Africa, Guatemala, Zimbabwe, Polonia e Cina.
Dall'età di 25 anni pratica la meditazione Zen; nel 2017 ha ricevuto l'ordinazione monastica da
Seido Suzuki Roshi presso il monastero di Toshoji in Giappone.
L'improvvisazione e lo Zen sono le due preziose fonti da cui attinge ogni giorno la propria
ispirazione.


Emanuel Donadelli, batterista, percussionista e compositore, nato nel 1976 a Palmanova, vive e lavora stabilmente a Udine. Intraprende all'età di 12 anni lo studio della batteria, prima come autodidatta e in seguito con Franco Stocco, suo primo insegnante. Nel 1999 si trasferisce in Olanda per svolgere e completare gli studi accademici presso il Conservatorio Reale dell'Aja: qui consegue il Bachelor e Master in batteria jazz e solo con gli insegnanti Roy Dakus, Erik Ineke, Stephan Kruger. Nel 2005 e 2006 segue lezioni negli Stati Uniti con Adam Nussbaum, Owen Hart, Suzie Ibarra e nel 2008 in Italia con Roberto Dani. Studia anche vibrafono, musica indiana e le tablas con Ashot Patak e Niti Rajastan, djembe e musica africana con Alì n’Dali Rose. Tra il 2000 e 2010 partecipa a numerosissime masterclasses e seminari, sia in Italia che all’estero con artisti di fama internazionale tra cui Gerry Hemingway, Jamey Haddad, Ralph Peterson, Dave Liebman, Jack De Johnette, Billy Hart, Ari Honing, Lew Tabakin, Michael Breker, Kenny Wheleer, Michael Pilc, Eef Albers, Han Bennink, Steve Coleman, Paolo Fresu, Dave Weckl,  

Zoratto Alessio è nato il 15 Luglio 1994 a Palmanova.
All’età di 14 anni inizia a suonare il basso elettrico come autodidadatta.
A 15 anni inizia ad approfondire lo studio dello strumento sotto la guida del maestro
Paolo Viezzi. Nel frattempo, entra a far parte dei Syderal Overdrive, band che
spaziava dal rock progressivo a sonorità funky, dal metal al jazz, con i quali inciderà
un disco nel 2012 presso i Master Studio di Massimo Passon. Dal 2010 al 2013
suonerà molto con i Syderal Overdrive partecipando a varie manifestazioni come
Pagella Rock, assemble studentesche in tutti gli istituti superiori udinesi, homepage
festival al parco del cormor e molte altre.
Durante il liceo fa parte della Copernico Jazz Band diretta dal noto sassofonista
Nevio Zaninotto. La band ha avuto modo di esibirsi in tutta la regione riscuotendo un
ottimo successo dal pubblico.
Nel 2011 insieme all Copernico Jazz Band partecipa ad un concorso per giovani
musicisti presso il famoso Teatro Ariston di Sanremo classificandosi al primo posto
come migliore band suonando Night in Tunisia di Dizzy Gillespie e The dream of the
blue turale di Sting.
Nel 2012 ha la fortuna di esibirsi per ‘Udin&Jazz’ sullo splendido palco del Castello
di Udine, aprendo il concerto di un grande sassofonista afro-americano detto il
‘Faraone’ Pharoah Sanders (erede di John Coltrane).
Continua a collabarare con la Band fino il 2013.
Nel 2013 dà vita ad un nuovo progetto (composto da: Zoratto Alessio - basso
elettrico, Pinna Matteo - chitarra elettrica, Marcuzzi Francesco - batteria, Gruden
Margherita - Tastiere, Marcon Gabriele - Tromba, Faccio Elias - Sax tenore, Biondi
Federico - Trombone) ‘The Groovin’ Peanuts’ scrivendo pezzi inediti ed incidendo
un disco. Insieme all’amico chitarrista Matteo Pinna scrive pezzi che riprendono le
sonorità Funky con le quali Alessio è cresciuto. Molti sono i concerti del gruppo. Per
citarne qualcuno: Laguna Rock a Marano Lagunare, concerto di beneficenza presso
il Dinsi Une Man di Bibione e molti altri. Partecipano anche al noto concorso Tour
Music Fest arrivando in semifinale.
Nell’ inverno del 2013 una collaborazione con Vincenzo Di Francesco, Chiara di
Gleria e Michele di Gleria lo porta a registrare un video di un brano moderno
riarrangiato. (Link sotto)
https://www.youtube.com/watch?v=NnWigPcj5cU
Nel 2014 sempre con il chitarrista Matteo Pinna da via ad un progetto di ‘Buskers’ di
musica Funk suonando in città come Firenze, Perugia, Lucca, Orbetello, Arezzo,
Berlino, Praga, Udine, Goriza.
Dal 2013 studia Contrabbasso Classico presso il conservatorio ‘Tomadini di Udine’
con il maestro Franco Feruglio. Anche nell’ambito della musica classica non
mancano i concerti: nel Dicembre del 2016 si esibisce con l’ Orchestra Filarmonica
sotto la direzione del Maestro Walter Themel proponendo un repertorio che
comprendeva: ‘Te Deum di Bruckner, Vetrate di Chiesa di Respighi e Ave Verum di
Mozart’. Molte sono state le repliche eseguite. Nel Febbraio del 2017 si esibisce con
la stessa Orchestra al Teatro Giovanni da Udine sotto la direzione del Maestro
Andrea Cappelleri. Il repertorio proposto è stato: Un americano a Parigi di Gershwin,
Estancia di Ginastera e Danzon n2 di Marquez. Dal 2018 ad oggi collabora con
l’orchetsra Audimus diretta dal maestro Francesco Gioia.
Oltre agli studi classici, Alessio frequenta il corso di contrabbasso Jazz sotto la
direzione del pianista Glauco Venier affiancato da il compositore Michele Corcella e
Alfonso Deidda. Il dipartimento di jazz ogni hanno propone dei progetti dove gli
studenti si occupano della trascrizione e dell’arrangiamento dei brani. Nel 2016
Alessio partecipa come Bassista al Progetto Micheal Jackson/ Prince con l’Udine
Jazz Colective suonando All’orto botanico per la festa studentesca, loggia del
Linonelo e sull’ambìto palco in piazza Libertà a Friuli Doc. Quest’anno proporranno
gli Earth, Wind and Fire.
Nel 2016 ha la fortuna di suonare per il Mittelfest suonando insieme a Federico
Biondi, Paolo Mestoni e Mattia Romano per Radio Rai 1.
Aprile 2017 suona a Palmanova per l’international Jazz Day in trio insieme a
Francesco De Luisa al Pianoforte e Nicoletta Taricani alla voce.
Nel mese di maggio ha avuto l’onore di collaborare con ‘La scimmia nuda’ insieme a
Rudy Fantin e Francesco Bertolini insieme alla compagnia Airali.
Molti sono i seminari alla quale partecipa avendo la possibilità di suonare e
confrontarsi con i migliori musicisti nazionali e internazionali come Philip Harper,
Christian McBride, Norma Winston, Dario Deidda, Bruno Cesselli, Luca Colussi,
Alessandro Turchet, Stefano Senni, Gianluca Carollo e molti altri.
Nel 2020 vince una borsa di studio per le clinics del rinomato ‘Berklee College’
presso Umbria Jazz ed inoltre ha la fortuna di suonare con il gruppo ‘L’ INSIUM’ di
Glauco Venier e Marcello Allulli insieme ai migliori musicisti nazionali come: Michele
Corcella, Simone Lamaida, Antonello Sorrentino, Pier Simone Crinelli, Luca Colussi,
Alfonso Deidda, Marco D’Orlando, Federico Pierantoni.

Nessun commento:

Posta un commento

Shiatsu la scuola