domenica 24 giugno 2018

Sguardi a Ritroso di Claudia Raza


Il Libro verrà presentato domenica 22 luglio dalle ore 16:00 nella sede della mostra personale in Cividale via Candotti 3 a destra del campanile del duomo

La poesia è come un quadro fatto con pennellate di parole, e questa raccolta di Claudia Raza ne è una testimonianza. 
Ma prima ancora la poesia è una visione generale delle cose, è quel modo di esprimersi che scaturisce dalla rispondenza delle parole con l’emozione, e quando sussiste questa corrispondenza non occorre aggiungere nulla e non serve neanche fornire spiegazioni... Ecco perché le poesie di Claudia Raza risultano essere la trasposizione del pensare attraverso l’emozione e il frutto dell’ascolto personale e intimo. 
L’ascolto della natura e dei sentimenti. Ecco perché le poesie della Raza sono brevi, concise e incisive, proprio perché recuperano il valore sublime della parola, il che le rende non solo attuali ma estremamente contemporanee in un’epoca dove invece l’assordante eccesso di comunicazioni virtuali sembra rendere gli esseri umani sempre più incapaci di comunicare. In questo paradosso, che è il segnale di una società nella quale i pensieri e i sentimenti ingrigiscono rendendo ognuno più povero e banale, la Raza riconfigura un mosaico della comunicazione dei sentimenti, attingendo al suo vissuto e alla sua sensibilità, consegnando al lettore la possibilità di accogliere dentro di sé il senso di parole scritte e ascoltate, in grado di compiere silenziosamente quel meraviglioso lavoro di stimolo alla riflessione. Dimostrando di aver fatto suo il convincimento di Rainer Maria Rilke che affermava che prima bisogna vivere, avere molto vissuto e poi scrivere poesie.
Franco Rosso


Claudia Raza



Domenica 22 luglio, all'interno della personale,  presenterà il suo nuovo libro
dalle ore 16:00 in via Candotti 3 a destra del duomo di Cividale

Claudia Raza, artista poliedrica, esprime la sua creatività attraverso tre linguaggi: la pittura, l’incisione e la poesia.
Originaria di Cividale del Friuli (UD), ha frequentato la Scuola Internazionale di Grafica a Venezia con il Prof. N. Sene, per le tecniche sperimentali, approfondendole poi con il Prof. R. Licata e con il Prof. R. Simon la litografia. Partecipa inoltre a seminari internazionali di xilografia con il Prof. N. Domininguez (Venezia), specializzandosi pure nella xilografia ex libris, sempre a Venezia, con Palmirani e Bragaglia. 
Completa la sua formazione acquisendo le tecniche della fabbricazione della carta e creazioni di libro d’artista con il Prof. A. Benavides. 
Dal 1994 al 2001 è presente a numerosi seminari internazionali in Austria, Slovenia e Italia. Claudia Raza è attiva anche come insegnante di grafica e di pittura: ha illustrato libri e collaborato alla scenografia nelle opere diaproiettate del dramma sacro “La Visione di Hildegarda” per il Teatro Bon di Udine. 
Affianca al raffinato gesto pittorico il linguaggio della poesia: ha pubblicato 
“Sottili Inquietudini” (Edizioni Il Murice) e 
“Sottili Inquietudini 2” (Circolo Italo Austriaco di Trieste) - tradotto anche in tedesco e sloveno; “Inciso è ogni gesto” (Hammerle Editori – Trieste); 
“Parole scritte” (FrancoRosso Editore – Trieste). 
La sua attività è documentata presso l’Archivio per l’Arte Contemporanea Italiana dal ‘900 a Firenze e presso l’Archivio Storico Arti Contemporanee di Venezia. 
Le sue opere si trovano presso collezioni pubbliche e private.


torna al sito 

Cristina Noacco profilo